In questa pagina trovate le domande che ci vengono poste più frequentemente.

Domanda: Da quando un militare può iscriversi ad associazioni o formarne delle nuove?

Risposta: Con la sentenza della Corte Costituzionale nr.120/2018 il militare ha "guadagnato" il diritto ad associarsi in "associazioni professionali senza scopo di lucro", anche a carattere sindacale, che siano state autorizzate dal Ministero della Difesa.

 

Domanda: Chi si può iscrivere?

Risposta: Tutti i militari in servizio permanente attivo e quelli in ausiliaria, di ogni ruolo e grado.

 

Domanda: Che differenza c'è fra la Rappresentanza Militare ed una associazione professionale a carattere sindacale?

Risposta: La Rappresentanza Militare è un'istituzione sociale NON spontanea; è, cioè, un'organismo "interno" della stessa Amministrazione originato dal Datore di Lavoro per mezzo della stesura di regolamenti "interni" appositamente creati per consentirne la nascita prima e l'operatività dopo. Tale istituzione NON ha una personalità giuridica propria ed indipendente e, come tale, è stata sempre, è e sarà (fino a quando avrà ragione di esistere) un istituzione "figlia" della medesima Amministrazione che l'ha generata assolvendo più che ad un compito di "rappresentanza" ad un compito meramente "consultivo".

Le associazioni professionali a carattere sindacale sono, invece, degli ENTI senza scopo di lucro con propria e indipendente personalità giuridica costituitisi spontaneamente e democraticamente il cui scopo prioritario è quello di rappresentare il giusto equilibrio fra gli interessi del Lavoratore e del Datore di Lavoro nei limiti imposti dalle normative vigenti. Ad oggi NON esiste una legge o una normativa che regoli con puntualità e precisione queste nuove realtà, ma la sentenza della Corte Costituzionale nr.120/2018, nelle more di una legislazione adeguata, conferisce a queste le medesime prerogative della vecchia Rappresentanza Militare  con la differenza, tutt'altro che minima, che le nuove associazioni sono scevre da ogni dipendenza sia "genetica" che "funzionale" dall'Amministrazione.

 

Domanda:  Chi fa parte della vecchia Rappresentanza Militare può iscriversi ad un'Associazione professionale a carattere sindacale?

Risposta: Si! l'iscrizione è aperta a TUTTI! Cosa differente è assumerne cariche a qualsiasi livello della struttura, almeno all'interno del SILMM. Per essere più chiari, esistono Associazioni professionali a carattere sindacale che hanno deciso statutariamente di NON escludere la compatibilità fra cariche della stesssa Associazione e cariche della vecchia Rappresentanza Militare. Il SILMM, recependo e condividendo pienamente il parere del Consiglio di Stato nr. 01795/2018 del 14 novembre 2018 , ha inteso escludere la compatibilità fra qualsiasiasi carica della vecchia Rappresentanza Militare e qualsiasi carica, a qualsiasi livello, della propria struttura.

 

Domanda: Chi si iscrive ad un'Associazione professionale a carattere sindacale ha l'obbligo di avvisare il proprio Comando di appartenenza?

Risposta: NO, tranne che non ricopra cariche dirigenziali a qualsiasi livello della struttura dell'Associazione. La PERS 008 Ed. Novembre 2020 all'art.402 recita: "il militare, in caso di adesioni ad associazioni professionali tra militari a carattere sindacale e riconosciute ai sensi dell'art.1475 del D.Lgs. 15 marzo 2010 nr.66, ha il dovere di informare il proprio Comandante di Corpo solo in caso di assunzione di cariche direttive e nei casi di cui al comma 1". Il comma 1 dello stesso art.402 recita: "Il militare ha l'obbligo di informare il Comandante di Corpo della propria partecipazione ad associazioni o organizzazioni che possano interferire, per il loro ambito di interesse, con lo svolgimento dell'attività d'ufficio." A tal proposito corre l'obbligo di ricordare che le Associazioni professionali a carattere sindacale autorizzate dal Ministero della Difesa NON hanno caratteristiche statutarie tali da rientrare tra quelle previste dal comma 1 del succitato articolo.

 

Domanda: Gli elenchi degli iscritti all'Associazione sono pubblici o comunque sono accessibili?

Risposta: NO!

 I dati personali di tutti coloro che si iscrivono al SILMM sono trattati nel rispetto della privacy imposta dal GDPR 2016. L'elenco anagrafico nazionale degli iscritti è accessibile SOLO al personale dirigente per il mero espletamento delle pratiche correlate al rapporto associativo. Il numero degli iscritti e le loro generalità sono tutelate anche all'interno del "cloud aziendale" al quale ogni iscritto ha il libero accesso. All'interno dello stesso, infatti, ad ogni iscritto non è possibile risalire ne al numero di utenti ne ai nominativi degli stessi. Anche il codice univoco di ogni iscritto NON restituisce alcun dato personale dell'iscritto né la sua posizione all'interno della struttura né, tanto meno, il numero degli iscritti alla stessa. Allo scopo di tutelare tale "giusta" riservatezza, il SILMM NON inserirà i propri iscritti all'interno di nessun gruppo social, che sia privato o pubblico, e comunicherà con essi ESCLUSIVAMENTE con modalità dirette attraverso apposita mailing list o canale societario dedicato. 

 

Domanda:  Perchè la documentazione associativa proposta prevede la firma di due copie di delega amministrativa e viene contestualmente richiesto il pagamento di una quota onnicomprensiva annuale di iscrizione?

Risposta: Al momento attuale NON esiste una legge che consenta alle neo Associazioni professionali a carattere sindacale di sostenersi economicamente attraverso le deleghe amministrative (similmente ai sindacati civili); detto questo, però, è opportuno specificare che la "funzione di rappresentanza" dell'Ente sindacale nei confronti dell'associato si sostanzia, di fatto, attrverso la sottoscrizione della delega amministrativa ragion per cui, pur non potendo essere attivate per una vacanza normativa, le deleghe amministrative devono essere formalmente inserite e firmete con il resto della documentazione associativa. Il SILMM, per il proprio sostentamento, ha, quindi, deciso di finalizzare l'atto associativo per l'anno 2021 con il versamento in unica soluzione di una quota associativa onnicomprensiva di 20,00 euro escludendo l'attivazione delle deleghe anche in caso di promulgazione della legge sindacale specifica nel corso dell'anno associativo 2021.

 

 

 
 
 
 
 

Questa sezione è costantemente in fase di aggiornamento!

Sei un libero professionista? Rappresenti un' associazione, un Ente?

Ritieni di poter offrire un servizio ai nostri iscritti e alle loro famiglie?

Contattaci

C.F.: 96472700580 - Sede legale: Via Palestro 78 - 00185 - Roma